Area riservata

NEWS

Vuoi iscriverti gratuitamente alla nostra mailing list per rimanere sempre aggiornato sulle novità in materia di contabilità degli Enti Locali? Contattaci.


Decreto Milleproroghe: Dietrofront su abrogazione delle premialità e delle sanzioni per comportamenti elusivi del ‘pareggio di bilancio’.

18-10-2018

Si ritorna al passato per le norme in materia di premialità degli enti virtuosi e di sanzioni per i responsabili di azioni elusive finalizzate a conseguire artificiosamente gli obiettivi di finanza pubblica. A precisarlo è un avviso di rettifica pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 240 del 15 ottobre scorso. Il comunicato, relativo alla legge 21 settembre 2018, n. 108, ad oggetto: «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative», precisa infatti che alla novella dell'articolo 1 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, come modificato dal decreto Milleproroghe, dove e' scritto: «b) i commi da 479 a 500 sono abrogati.», si deve leggere come segue: «b) i commi da 497 a 500 sono abrogati.». In sostanza, per una semplice inversione numerica (comma 479 anziché comma 497) erano stati erroneamente abrogati ben 18 commi che ora, grazie alla rettifica, tornano ad essere pienamente vigenti. Ciò spiega il perché di abrogazioni delle quali non se ne riusciva a cogliere la ragione: si trattava in realtà di un semplice errore di battitura, dalle conseguenze di sicuro impatto per gli enti locali.